spanner Ricerca prodotto
chevron-down

I SENSORI DI OSSIGENO NTK AIUTANO LA LOTTA AL CAMBIAMENTO CLIMATICO

I sensori di ossigeno di NTK Vehicle Electronics aiutano a combattere il cambiamento climatico. NTK Vehicle Electronics sta applicando la sua esperienza ai sistemi di riscaldamento a biomassa

// RATINGEN, 13.08.2020

Conosciuta a livello globale come specialista automotive nell’ambito dell’accensione e della sensoristica, NGK SPARK PLUG sta applicando l’esperienza tecnologica anche nell’ambito dell’agricoltura, supportando un tipo di riscaldamento ecologico.

L’azienda, che include nella sua filosofia aziendale, il “Nittoku Way”, l’impegno verso le future generazioni, sta fornendo sensori di ossigeno NTK Vehicle Electronics per monitorare la miscela aria/combustibile presente nel sistema di riscaldamento della biomassa; un sistema di riscaldamento per case e imprese in rapida crescita con  emissioni zero. Con i suoi precisi sensori di ossigeno selezionati da H&S Kabeltechnik, uno dei principali fornitori al mondo per i produttori di caldaie, NGK SPARK PLUG sta contribuendo a rendere il futuro più sostenibile per le prossime generazioni.

Potenziale d’espansione

In termini pratici il termine biomassa, abbreviazione di “massa biologica”, si riferisce a tutti i materiali combustibili di origine organica (animale o vegetale). Nel campo del riscaldamento rinnovabile, significa che qualsiasi combustibile solido può essere bruciato dentro una caldaia a biomassa; le forme più comuni sono il pellet, i trucioli o i tronchi di legno. Esistono tre differenti tipi di caldaie a biomassa tra cui scegliere: “bassa temperatura acqua calda” (LTHW), “alta temperatura acqua calda” (HTHW) o vapore. La scelta dipende da quanto spazio si ha a disposizione e dalla temperatura richiesta.

 “Sebbene il riscaldamento a biomassa sia ancora relativamente poco utilizzato rispetto al tradizionale riscaldamento a petrolio, gas o a carbone, il suo utilizzo è destinato ad aumentare sensibilmente,” spiega Alexander Schwier (Head of Global Key Account Management Daimler AG OE) di NGK SPARK PLUG EUROPE. “Sono circa 6 milioni i sistemi di riscaldamento prodotti ogni anno in Europa, di cui circa 250.000 (4%) sono sistemi a biomassa. In ogni caso, le caldaie a biomassa portano in dote tutti i costi e gli eco-vantaggi richiesti dal mondo moderno e inoltre possono essere integrate in impianti di riscaldamento già esistenti. Questo vuol dire che nei prossimi anni assisteremo ad una grande diffusione di riscaldamento a biomassa in edifici residenziali, uffici, ristoranti, hotel, ospedali e aziende.”

Accessibilità e sostenibilità

I vantaggi delle caldaie a biomassa rispetto a quelle a combustibili fossili sono chiari; il sistema di riscaldamento a biomassa è ampiamente accessibile, grazie ai sussidi dell’UE, che cerca di incoraggiare la conversione dei vecchi modelli a petrolio. Inoltre anche i costi del combustibile sono più bassi. Fattore non meno importante, la biomassa è anche rinnovabile, a zero emissioni e a scarso impatto ambientale quando viene bruciata. Tutti aspetti che portano beneficio all’ambiente rispetto ai combustibili fossili. 

L’aiuto dei sensori di ossigeno

Per ottimizzare questi vantaggi e incoraggiare la crescita del mercato sono essenziali delle misurazioni precise del rapporto aria-combustibile. Johannes Wader, Director Special Projects OE presso NGK SPARK PLUG EUROPE, spiega: “I sensori di ossigeno sono importanti per le caldaie a biomassa, come lo sono per le auto; su entrambe le applicazioni il sensore misura la percentuale di ossigeno nel gas di scarico e lo comunica alla unità di controllo elettronica, che regola la miscela aria-carburante al livello ottimale per far sì che la combustione generi meno emissioni possibili.”

Un continuo flusso di dati provenienti dal sensore d’ossigeno è un fattore chiave per mantenere un rapporto perfetto aria-combustibile. “Senza questo fattore il sistema di controllo combustione della caldaia non potrebbe ridurre efficacemente le emissioni nocive di ossido di azoto (NOx) o minimizzare il consumo di biomassa combustibile,” sottolinea Mr. Wader.

Partner tecnologici

Nel 2009, H&S Kabeltechnik, rinnomato fornitore di cavi assemblati, connettori e sensori d’ossigeno, ha selezionato NGK SPARK PLUG come fornitore di fiducia di sensori d’ossigeno; una scelta importante per i prodotti dell’azienda leader mondiale nel campo della sensoristica. Durante la partnership che dura ormai da 11 anni, le due società hanno lavorato a stretto contatto per contribuire a realizzare importanti progressi nel campo delle biomasse.

Christian Hochegger, Managing Director di H&S Kabeltechnik conferma: “Ci siamo specializzati nella fornitura di cavi assemblati per una serie di industrie in tutto il mondo dalle nostre sedi in Austria e Ungheria da 15 anni. Le potenzialità dei sistemi di riscaldamento a biomassa sono molto grandi – ed è uno di quei settori in cui la precisione è un fattore fondamentale. Per questo motivo collaboriamo solo con partner che condividono le nostre aspettative di perfezione tecnica.”

“Dopo alcune precedenti esperienze insoddisfacenti con altri partner abbiamo realizzato che NGK SPARK PLUG non solo offriva sensori di qualità indiscussa, ma lavorava insieme a noi per lo sviluppo di tre sensori d’ossigeno al biossido di zirconio e banda larga per migliorare l’efficienza delle caldaie a biomassa. Dalla progettazione all'innovazione, dalla produzione alla presenza alle fiere internazionali del riscaldamento, è stata una partnership fruttuosa e altamente collaborativa,” dice Markus Schroll, Managing Director di H&S Kabeltechnik.
Iniziative Future

Oltre alla biomassa, NGK SPARK PLUG e H&S Kabeltechnik, stanno promuovendo opportunità per migliorare le credenziali delle caldaie a gas. “ Per ragioni di spazio i sistemi di riscaldamento a biomassa non sono sempre adatti all’uso, soprattutto nelle aree urbane. Solitamente le caldaie a gas sono la scelta più comune, anche se attualmente le emissioni sono controllate solamente dalla potenza del motore, mentre la miscela aria-gas è solitamente preimpostata. Dato che la qualità del gas varia enormemente in giro per il mondo, efficienza e basse emissioni non sono sempre garantite,” dice Johannes Wader. Con questo principio in testa le due aziende stanno esplorando insieme un modo per introdurre il sensore d’ossigeno per sondare la qualità del gas combusto dalle caldaie. In questo modo si otterrà un aumento dell’efficienza e una riduzione delle emissioni.  Progetti pionieristici sono attualmente in programma, con i primi test previsti per l’inizio del 2021.

Missione Ambientale

Alexander Schwier di NGK SPARK PLUG EUROPE ha aggiunto che l’applicazione del know-how dell’azienda sui sensori dei sistemi di riscaldamento è solo una piccola parte di un impegno ancora più grande. “La biomassa e il gas rientrano nei nostri obiettivi strategici per svilupparci in nuovi settori e business sostenibili, come l’ambiente e l’energia. Applicando le nostre conoscenze in questo modo, possiamo davvero fare la nostra parte per ottenere una società più efficiente dal punto di vista energetico e più rispettosa verso l’ambiente.”

Slashes Comunicati stampa